lunedì 5 gennaio 2015

L'alleria se ne va.


LINK YOU TUBE A "OCCHI GRIGI"

È una sciocchezza parlare di Pino Daniele il giorno in cui se ne va, perché oggi, con un dolore addosso forse maggiore rispetto a quanto sarebbe ragionevole averne, saluto la persona e lo stupore per l'arroganza di certi epiloghi, ma lui non va da nessuna parte, perché la musica non muore, e nemmeno la memoria. 

L’adolescenza e il suo ricordo, hanno una colonna sonora passata e ripassata dentro a mangianastri di scarsa qualità, che hanno avuto la bontà di non mangiarsi quelle cassette nei venticinque anni in cui le hanno masticate, e il vero scoop è che ancora le ho, ancora le ascolto ogni tanto, per il gusto di poggiare le mani sugli stessi oggetti che portano le impronte digitali di un modo di sentire che fu e che è.  Il suono su certi punti ha perso un po’ della originaria qualità, ma quasi non ci faccio caso. 

Io e le mie cassette abbiamo superato i vari “non ci lasceremo mai” della prima e della seconda adolescenza, perché con l’amica del cuore poi ci siamo lasciate, e anche dopo, quando è successo tutto quel che è successo, non sei rimasto che tu.

Ti ricordo in quello splendido concerto fatto di voci, chitarra e percussioni. Ero fuori di me, in ogni senso possibile che però non c’entra con la follia. “fuori” per temporaneo estraniamento, e per locazione geografica. Anche allora non c’eri che tu, e stranamente mi bastavi. 

Mi mancherai, e non te ne andrai.

“O’ nonn è muort a sessant’ann’, ‘a gente diceva c’h era n’omm sant, a gent ‘o ssai che se ne fotte? Chi è vivo è vivo, chi è muort, è muort. Putev campà n’at ann, putev campa’ n’at ann.”


Mi piace pensarti mentre saluti dicendo: “Grazie uaglio’! Esisto grazie a voi”

Grazie a te!

Ti dedico qualche tuo pezzo, che è un po' la strada fatta insieme negli anni. 


...E TUTTO IL RESTO. 



Passa 'o tiempo e che fa 
tutto cresce e se ne va passa 
'o tiempo e nun vuo' bene cchiù. 

Voglio 'o sole pe' m'asciutta' 
voglio n'ora pe' m'arricurda'. 

Alleria pe' nu mumento 
te vuo' scorda' 
cha hai bisogno d'alleria 
quant'haje sufferto 
'o ssape sulo Dio. 

E saglie 'a voglia d'allucca' 
ca nun c'azzicche niente 
tu vulive sulamente da' l'alleria 
se ne va… 

Passa 'o tiempo e che fa 
se la mia voce cambierà passa 
'o tiempo e nun te cride cchiù 
e ti resta solo quello che non vuoi 
e non ti aspetti niente 
perché lo sai che passa 
'o tiempo ma tu non cresci mai. 

E saglie 'a voglia d'allucca' 
ca nun c'azzicche niente 
tu vulive sulamente da' l'alleria 
se ne va  (http://www.wikitesti.com/Alleria)

Nessun commento:

Posta un commento